venerdì 23 maggio 2008

Italia : I “Social Media” della rete , supereranno la carta stampata ?


La notizia rilasciata da Universal McCann agenzia di informazione mondiale con sede principale a New York che ha lanciato il suo report annuale 2008, dove si denota il cambiamento di rotta da parte dell' informazione globale, specie negli ultimi anni e a favore dei Social Media(blog, social network, video online) .Il campione ,analizzato, parte da ben 17000 utenti scelti a random in tutto il mondo ed in 29 paesi, nel mese di Marzo 2008. Tra i Social Media più attivi sicuramente i Blog come da dicitura della stessa agenzia”are becoming a more important part of global media consumption for internet users than some traditional media channels”. Nel dettaglio lo studio ha risposto nelle seguenti percentuali:

  • 83% Attenziona video clips di vario tipo con un incremento in percentuale del 62% rispetto all'ultimo studio del Giugno 2007.

  • 78% Legge i blog,che hanno avuto un incremento del 66%

  • 57% Si iscrive ai Social Media per avere un'informazione libera.

  • 39% Utilizza gli RSS con un' incremento del 24%

  • 48% Utilizza i Podcast , contenuti digitali di grande popolarità.

Sicuramente anche in Italia l'era di internet in questi anni ha portato dei cambiamenti radicali, sia nel modo di fornire informazione ma anche nella capacità di penetrazione nell'ambito delle famiglie, che nel ritmo vorticoso della vita moderna hanno oggi a disposizione poco tempo e debbono necessariamente avere informazioni veloci ,senza filtro e nella propria casella di posta elettronica, con un'aggiunta di gratuità al servizio. Un futuro quindi che vedrà i Social Media Network ,protagonisti nel prossimo futuro, aiutati anche dai neo comportamenti degli internauti che oggi utilizzano internet per condividere informazioni,foto ed altro. I Blog Italiani, liberi informatori della rete, hanno infatti avuto un aumento dal settembre 2006 al marzo 2008 , del 29,5%. Globalmente comunque alcuni dati provenienti dallo studio possono esse esplicativi riguardo l'uso della rete:

  • 22% Degli utenti dei Social Network installa widget o applicazioni varie

  • 55% Condivisione di foto.

  • 22% Condivide i propri video.

  • 31% Ha un blog. In Italia l'evoluzione

Il social network più grande al mondo oggi è MySpace con il 32,3% di penetrazione , seguito da Facebook con il 23% e da Blogger con il 15.7%. Nell'ambito del mercato globale il più importante è quello cinese, dove il 70% degli utenti di internet ha un blog, seguito poi dalle Filippine con il 66% e dal Messico con il 60%,mentre l'Italia è al 33.3%. Per quanto riguarda i Social Network il mercato più importante è quello delle Filippine con l' 83%, seguito poi dall' Ungheria e dalla Polonia con il 76%,mentre l'Italia si attesta al 38,6%. Riguardo i Blog, la Cina è la prima al mondo con ben 42 milioni di bloggers, contro i 26 milioni degli Stati Uniti ,l'Italia è al 12° posto con 3.4 milioni di blog.. Dati significativi che forse ci fanno presupporre nel prossimo futuro un superamento dell' informazione basata sulla carta stampata e lo sviluppo di una rete informativa mista Internet-Cartacea con un parallelismo importante specie per quanto riguarda il filtraggio delle notizie che saranno sempre più libere.

Maurizio Cirignotta

venerdì 16 maggio 2008

Niscemi: Lorena, vittima della Ferocia del Branco.

Grande apprensione per i risultati dell'autopsia ,praticata giorno 16 di maggio presso i locali del reparto di anatomia patologica dell'azienda ospedaliera “Gravina” di Caltagirone ,infatti dal referto autoptico forse si sarebbe potuto arrivare a conoscere altre verità che tutti si apettavano. Una gioventù bruciata ,si direbbe ,visti i fatti accaduti che hanno portato alla morte di Lorena. In realtà sono tanti i dilemmi e le macabre scoperte che dall'esame autoptico ,almeno da voci di corridoio ,sono venuti a galla. Prima fra tutte la “ferocia” con cui lorena è stata uccisa ,infatti il volto irriconoscibile e le molteplici fratture della zona cranica sembrano presupporre ad uno strangolamento e ad una continua percussione di calci e pugni che anno letteralmente massacrato e sfigurato il volto di lorena. Altre fratture hanno caratterizzato anche il bacino. Un'altro nodo rimasto in sospeso l'ipotetica gravidanza che avrebbe dato utili indizi alle indagini,infatti questo dato è ancora in bilico e dipenderà da un'esame istologico(Tampone vaginale)fatto durante l'esame autoptico. Unica certezza la violenza sessuale che il branco di “mostri “,così come sono stati definiti dai giovani Niscemesi,hanno perpretato nei confronti di lorena. Le indagini comunque continuano e forse potrebbero dare nuovi risvolti alla macabra uccisione.

giovedì 15 maggio 2008

Gela: La Radioterapia sorgerà all'Ospizio Marino,Voto unanime del consiglio comunale .

Aula gremita ,giorno 12 maggio del 2008, nella seduta del consiglio comunale del comune di Gela.Tra i punti all'ordine del giorno la variante d'uso al P.R.G dell'ex ospizio marino che fino alla data del voto era stata destinata ad edilizia scolastica. L'importanza dell'atto votato parte dalla necessità della città di Gela di potere utilizzare i fondi relativi al finanziamento di euro 6.200.000 inerente la legge nazionale 67/88 di cui all'art. 20 concesso dal ministero della salute per la costruzione della Radioterapia nell'ambito del nascente dipartimento di oncologia di 2° livello presso l'azienda ospedaliera Vittorio Emanuele di gela. Tra i consiglieri molta unione d'intenti infatti ben 23 i voti a favore e solo 3 i contrari. La nascente struttura vedrà i suoi lumi entro il 2011. Piena soddisfazione dei rappresentanti del movimento polo oncologico che vedono realizzare ,dopo anni, l'oggetto di tante battaglie fatte a tutti i livelli e nello stesso tempo porre i presupposti per migliorare lo stato di disagio rappresentato dai tanti viaggi della speranza e dalle sofferenze anche economiche che le famiglie hanno dovuto da sempre sopportare per la mancanza di strutture sanitarie per la cura dei tumori a gela .

Maurizio Cirignotta

mercoledì 14 maggio 2008

Gela: Santuario di Maria S.S dell'Alemanna nel degrado.




Il santuario sito in Gela e caratterizzato da una piccola chiesetta inserita all'interno del quartiere “villaggio aldisio”. Ricostruita nel 1979 dalle mura dell'antichissima chiesetta dell'Alemanna che annovera dietro di se, anni di storia e di credenza Mariana. E' proprio dalla storia del sito che riscopriremo la sua importanza ad oggi dimenticata.”Era il IX secolo quando Gela (Eraclea)era ancora sotto il dominio dei Saraceni e si parlava già di una piccola sede di culto pagano posta in area di campagna(Feudo Margi) che nel 1199 fu elevata alla luce cristiana dai cavalieri teutonici, ordine infermieristico dedicato alla cura dei feriti e degli ammalati ,eretto nel 1190 da Papa Celestino III ,che sotto l'adozione di Federico II riuscì a Gela nell'intento di costruire questa piccola chiesa con annesso ospedale, fregiando l'altare maggiore con una venerabile effige di Madonna con Bambino ,di classica natura bizantina, “Maria S.S dell'Alemanna”. Gli eventi e le guerre incalzanti del tempo vedono però i cavalieri teutonici nascondere l'effige, intorno al XIV o al XV secolo. Sede del nascondiglio l'altare maggiore ad un metro di profondità ,onde evitare la profanazione da parte dei pirati. Ma il disegno divino legato all'icona continua nel 1450 quando sotto il solco di un aratro ricompare l'effige della madonna, che da tale data viene venerata nel santuario e protegge la città di gela da terremoti e da siccità. Millenni di storia e di credenza popolare irta di miracoli legati alla Madonna dell'Alemanna, che però non hanno portato allo sviluppo del santuario che oggi vive nel degrado e nella dimenticanza di tutti. Le ampie crepe che caratterizzano la parte posteriore,dietro l'altare maggiore,sede dell'originario santuario, sono al limite del crollo. Occorrono dicono i rappresentanti dell'associazione pro ricostruzione del santuario di Maria S.S dell'Alemanna, custodi del sito, un intervento di restauro immediato da parte degli organi competenti siano essi il Comune,la Provincia o la Curia. Non sappiamo a chi rivolgere il nostro appello, infatti già nell'ormai lontano agosto del 2004 una manifestazione pubblica ci ha visti protagonisti di un appello ad oggi disatteso anche dal sindaco -Rosario Crocetta- che ci promise a suo tempo un interessamento sulla questione, che però risultava irta di ostacoli. La risultante e che oggi dice un membro dell'associazione-Carmelo Di Nisi-non possiamo accedere alla vecchia chiesa per pericolo di crollo ed i fedeli hanno paura, la fede si allontana dal santuario,per volontà dei potenti è inammissibile !!.


Maurizio Cirignotta

domenica 11 maggio 2008

Politiche di rinnovamento per il futuro della provincia

Fervono i preparativi sui candidati alle prossime amministrative per l'elezione del nuovo presidente della Provincia di caltanissetta e per il rinnovo del consiglio provinciale e Gela nella speranza di un progetto che rappresenti un futuro di vita migliore in ambito territoriale e tutti vogliono dare un contributo di intenti sulle scelte politiche degli schieramenti. Molti sono convinti che le nuove frontiere della politica ,resa in maniera pratica ed a favore dei cittadini si possano combattere solo con un netto rinnovamento della classe dirigente e nell'ambito di scelte di alternanza che possano favorire nuovi attori di apice politica ,capaci di aggregare consensi e nello stesso tempo rappresentare equilibrio e buon senso ,naturalmente nella massima praticità e operosità vera ,che possano valorizzazione anche il territorio a Sud della provincia di caltanissetta. Le scelte che nei decenni hanno portato al vertice provinciale una classe politica ,molte volte disattenta a problematiche importanti quali l'ambiente e la stessa sanità Gelese presuppongono infatti scelte d'indirizzo che devono prevedere nuovi candidati alla presidenza della provincia ,in questo senso il partito democratico ha scelto il meccanismo delle primarie che vede tra i candidati in lizza il Presidente del consiglio Comunale di Gela Giuseppe Di Dio ,mentre altri grandi partiti quali ad esempio il PDL rimane ancora in attesa di una scelta politica interna,pur avendo a disposizione candidati votati al cambiamento, quali il consigliere provinciale uscente Vincenzo Pepe ed il consigliere comunale Gaetano Trainito. Una posizione naturalmente bipartisan quella del cittadino qualunque,ma che pone delle scelte di indirizzo sui candidati nette e votate al rinnovamento della politica.


maurizio cirignotta



giovedì 8 maggio 2008

Gela: Movimento Polo Oncologico Manifesta davanti al Palazzo Comunale .

Come promesso ed in seguito alla lettera inviata nei giorni scorsi al Sindaco Rosario crocetta ed al Presidente del consiglio Comunale Giuseppe Di Dio,i rappresentanti del Movimento polo Oncologico di Gela ,Crocifisso Moscato e Maurizio Cirignotta, hanno organizzato un sit-in di protesta giorno 8 di maggio alle ore 16,30 davanti al palazzo comunale. Oggetto della manifestazione pacifica, ottenere la velocizzazione dell'iter relativo alla variante d’uso al P.R.G. per l' Ospizio Marino , futura sede della Radioterapia nell’ambito del costituendo dipartimento di oncologia di 2° Livello. La risposta alla caparbietà dei rappresentanti del movimento è venuta subito dagli scranni più alti del Comune di Gela, infatti, prima il presidente del consiglio comunale e poi il sindaco hanno personalmente comunicato ai manifestanti che giorno 9 maggio alle ore 20.30 è stata convocata una seduta del consiglio comunale per il vaglio finale della variante d'uso dell'ospizio marino, onde favorire nel più breve tempo possibile la sua realizzazione. Il sindaco Rosario Crocetta ha precisato - ”E' stato l'iter più veloce della mia carriera politica ,solo 2 giorni”. L'ultima parola al Consiglio comunale che giorno 9 dovrà votare in assise l'atto.

M.C.

lunedì 5 maggio 2008

Gela il movimento polo oncologico scrive al sindaco ed al presidente del consiglio comunale

Al Sindaco del Comune di Gela

Al Presidente del Consiglio Comunale di Gela


Oggetto : Richiesta di convocazione di seduta straordinaria del consiglio comunale ,dedicata all'approvazione della variante “Ospizio Marino”per la realizzazione della radioterapia.


In virtù degli atti inviati a codesta amministrazione comunale dalla direzione generale dell'azienda ospedaliera Vittorio Emanuele di Gela,inerenti la variante d'uso dell'ex Ospizio Marino ed a favore della costruenda ”Radioterapia” ,già finanziata con legge nazionale 67/88 di cui all'art.20 e per le somme di euro 6.200.000, il movimento polo oncologico chiede che venga convocato nel più breve tempo possibile una seduta di consiglio comunale ,straordinaria e dedicata alla problematica in oggetto. Si ritiene infatti da parte dei malati oncologici che la realizzazione dell'opera non debba avere lungaggini amministrative e di tempo alcuno che possano ancora per anni mantenere gli attuali “viaggi della speranza”. L'approvazione della variante d'uso da parte degli organi competenti comunali determina infatti l'immediato svincolamento dei fondi assegnati e la reale possibilità di un loro utilizzo anche in termini di personale dedicato per il nascente dipartimento di Oncologia di 2° livello. Tutte condizioni che presuppongono nel momento in cui l'iter amministrativo viene allungato per vari motivi ,una condizione di disagio per i malati che hanno dalla loro parte il depauperamento dello stato fisico e psicologico rappresentato anche dal mancato raggiungimento di un obbiettivo importante per la loro residuale vita. Cercheremo in tal senso di sensibilizzare le SS.VV con manifestazioni ad oltranza che avranno inizio Giovedì 8 Maggio alle ore 16.30 davanti al palazzo comunale.


Certi di una vostra attenzione si coglie occasione per porgere distinti saluti.


Per il Movimento Polo Oncologico

Maurizio Cirignotta(Segretario) e Moscato Crocifisso(Presidente)