venerdì 31 maggio 2013

Italia, disoccupazione indietro tutta?

Disoccupazione al 12 %  il dato più basso dal 1977, l’OCSE lancia l’allarme siamo sotto il 25%, dato relativo ai giovani che riescono a trovare  lavoro, a livello europeo l’Italia nella speciale classifica si trova al 4° posto dietro la Grecia la Spagna ed il Portogallo. Abbiamo bruciato 35 anni di storia  Repubblicana , basata sull’art.n°1 della Costituzione ”Una repubblica fondata sul lavoro”. Le situazioni estreme ed il disagio giovanile si possono ricondurre al gesto estremo quello di Norman Zarcone, giovane laureato in filosofia del linguaggio che a Palermo si è ucciso per non avere accettato il dubbio di un futuro impossibile che non tiene conto dei sacrifici giovanili. Molta la sfiducia tra i giovani che considerano la raccomandazione come condizione necessaria ed utile per potere accedere ad un posto di lavoro. Notevole le Emorragie di Cervelli Italiani che stanno già gettando le basi per andare a lavorare all’estero. La Francia in anticipo rispetto ad altri paesi europei ha lanciato i contratti di Generazione che permettono ai giovani di sostituire gli anziani nel posto di lavoro e dare ossigeno anche alle future finanze dello stato contributive e retributive. Il recente dato economico europeo nei confronti dell’Italia ci permette di uscire dal periodo di osservazione dei conti pubblici , ma sicuramente ha creato dei danni nel tessuto sociale e nell’occupazione non risanabili a breve termine. Il mercato del lavoro nel 2 trimestre 2013 vede in calo la possibilità di inserimento lavorativo, i lavori maggiormente ricercati in attesa del periodo estivo sono quella di Cuoco,Cameriere,addetto all’accoglienza ed ai servizi turistici oltre che tecnici informatici e specialisti finanziari. Il mercato del lavoro vede comunque una richiesta per lavori occupati da personale estero ed extracomunitario , solo nel 2011 i Pizzaioli hanno rappresentato il 15%, i Camerieri l’ 11%  e gli inservienti il 74% ancora oggi ben 6000 posti di Pizzaiolo sono Liberi. Il problema della disoccupazione giovanile comunque non è solo italiano come afferma l’Economist:  “26 milioni i giovani che non sono nel processo formativo  e 75 milioni di giovani disoccupati globali” , lo stesso Sindaco Blumberg da New York afferma  che non occorre spendere migliaia di dollari nelle rette universitarie (40- 50 mila dollari anno), per trovare lavoro si può  anche scegliere di fare  l’Idraulico.  


                                                                                                           Di Maurizio Cirignotta

sabato 25 maggio 2013

IVA sui rifiuti , ancora rimborsi lumaca!!

Continua la clearance negativa nei confronti dei cittadini riguardo i rimborsi dell’IVA sulla TIA da parte dei comuni,sono infatti ben 6 milioni le famiglie che hanno pagato indebitamente l’Iva sui rifiuti dal 1999 al 2011. I rimborsi che ancora tardano ad arrivare son pari ad un miliardo di euro. A denunciare il fatto l’associazione contribuenti Italiani che ha monitorato il rapporto IVA-TIA fino al maggio 2013 ed attraverso il Centro Studi e Ricerche Sociologiche "Antonella Di Benedetto" di Krls Network of Business Ethics. I dati parlano chiaro , i rimborsi avvengono con una lentezza notevole e le regioni maggiormente interessate sono il Veneto, il Lazio,l’ Emilia Romagna, la Lombardia e la Sicilia , dove risiedono il maggior numero di contribuenti che ancora oggi attendono il rimborso dai Comuni. La presentazione del modello Unico IRT 2012, secondo quanto indicato dalla Corte di Cassazione con sentenza 3756/2012 non ha avuto esiti positivi. Ogni famiglia attende ad oggi un rimborso medio di circa 520 euro. Una premessa che viene smontata sistematicamente da molti comuni che continuano ad inviare avvisi di liquidazione con IVA al 10%.” Fatta la legge trovato l’inganno direbbe il buon Totò”. I termini
per la richiesta di rimborso dell’Iva con circolare 268/E del 21 maggio 2013 son stati comunque riaperti,occorre solo presentare il Mod. UNICO IRT 2013 per richiedere il rimborso della maggiore imposta sul consumo (IVA) corrisposta per gli anni 2006-2013 sulla Tariffa Igiene Ambientale (TIA1 e TIA2). In attesa dei rimborsi molti comuni Italiani stanno già inviando la nuova tassa sui rifiuti TARES che nella premessa prevede maggior esborso di denaro per le tasche degli Italiani. Una netta contrapposizione con i servizi di smaltimento dei Rifiuti che in molti comuni della Sicilia oggi è insufficiente , i cumuli di immondizia invadono molti centri storici di città come Caltagirone o Palermo. Dove sono andati a finire i soldi dei contribuenti? La bilancia di giustizia tra diritti e doveri nei confronti delle amministrazioni locali, è equa? Perché gli amministratori non pagano di tasca proria i danni commessi? Questa è purtroppo l’Italia caduta nel baratro dell’attuale crisi economica per colpa di Politici e Politicanti .

                                                                                               Di Maurizio Cirignotta

venerdì 17 maggio 2013

Governo,1° decreto di programma:”100 giorni per il rilancio Economico dell’Italia”



Inizia il lavoro del governo di solidarietà nazionale che oggi 17 maggio 2013 ha varato il primo decreto del suo mandato. Il testo sospende la prima rata dell’IMU solo sulla prima casa, mantenendo  invece quella sugli immobili di pregio, la sospensione riguarda anche l’IACP e gli immobili rurali ed avrà valore fino al 16 settembre 2013. Il presidente del Consiglio Letta nella sua dichiarazione parla di 100 giorni per rimodulare, tasse, pensioni e lavoro onde favorire la ripresa economica del paese. Sul progetto Imu si pensa anche ad un accorpamento con altre tasse come la Tares e si pone la scadenza del 31 agosto 2013 per la riforma definitiva.  Sulle pensioni si parla di maggiore flessibilità per chi vorrà andare prima in quiescenza ma con un piccolo sacrificio economico. Si prospettano inoltre agevolazioni sui redditi di negozi e capannoni che godranno di forme di deducibilità dell’imposta pagata, per la cassa integrazione in deroga ci sarà a disposizione un miliardo di euro aumenterà il controllo per le aziende che ne faranno richiesta. Con il decreto vengono approvati altri punti importanti come la  proroga dei contratti di solidarietà per i precari della pubblica amministrazion fino a dicembre 2013. Nel decreto anche l’abolizione del doppio stipendio per Ministri e Sottosegretari , norma che secondo il Presidente del Consiglio verrà mantenuta anche in futuro. Infine una nuova nomina quella di Marco Minniti a sottosegretario di Stato e delega ai servizi segreti. Nuovo ragioniere dello stato sarà invece Daniele Franco.

                                                                                          Di Maurizio cirignotta

lunedì 13 maggio 2013

Gela, radioterapia ultimo atto prima dell’apertura



Si è svolta il 13 Maggio 2013  presso la nuova Radioterapia di Gela, zona ex Ospizio Marino, una riunione del comitato di garanzia della nascente Radioterapia . La stessa è stata convocata dall’attuale Commissario straordinario dell’Asp 2 di Caltanissetta Dott. Vittorio Virgilio su richiesta del 18 Aprile 2013, da parte dell’Associazione Movimento Polo Oncologico ONLUS “Crocifisso Moscato, che ha favorito il finanziamento da parte del Ministero della Salute di 6.200.000 euro nell’ambito dell’art.lo 20 della legge 67/88 sull’innovazione tecnologica. La convocazione ha avuto l’obbiettivo di redimere e fare chiarezza sui tempi di apertura della struttura radioterapica a Gela. Presente la R.T.I (Ali-Nuclital-Siemens) che ha realizzato l’infrastruttura e fornito le macchine radioterapiche,Il Sindaco di Gela,Il Sindaco di Butera, alcuni rappresentanti del consiglio comunale di Gela e della Commissione Sanità, la dirigenza dei lavori, i membri del comitato di valutazione nominato dall’ASP 2, ed alcune associazioni del Gelese.  La riunione diretta in maniera esemplare dal Dott. Virgilio ha favorito l’apertura delle maglie e dei dubbi tecnici che si sono ripercorsi dalla data del suo insediamento del 10 Gennaio 2013. Le parti tecniche hanno avuto un chiaro confronto utile ad un raccordo sulla tempistica burocratica che dovrebbe nel migliore delle ipotesi  consegnare al Dott Cartia ,nuovo primario dell’U.O di  radioterapia Complessa Gela-S.Cataldola struttura entro Giugno prossimo. Sono inoltre state fatte  anche delle Ipotesi sulla data dell’inizio dell’attività pubblica della Radioterapia che dovrebbe essere intorno a fine Luglio. Naturalmente una data potenzialmente utile,ma con piccoli e possibili slittamenti verso settembre 2013. La fine della riunione è stata caratterizzata dall’ottimismo diffuso e dalla speranza che l’infrastruttura possa sopperire ai viaggi della speranza dei malati oncologici. 
 




                                                                                                               MCV

domenica 12 maggio 2013

Giochi D’Azzardo, In Italia Boom nel 2013



Una delle piaghe della società Italiana è rappresentata dal gioco d’azzardo e dalla grande diffusione del gioco anche da parte dei giovani. La presenza di internet ha diffuso la problematica e posto a rischio le fasce più deboli della società. A denunciare l’aumento del numero di giovani che si approcciano al gioco d’azzardo il Centro Studi e Ricerche Sociologiche "Antonella Di Benedetto" di Krls Network of Business Ethics che attraverso un’indagine mirata ha visto che proprio l’Italia ha il primato per la maggior cifra giocata ai tavoli di gioco ben 2.430 euro a persona. L’indagine effettuata per conto dell’associazione contribuenti ha rilevato che il numero di giocatori è passato in 3 anni da 860 mila a 4,2 milioni tra cui anche soggetti minorenni. I giocatori in Italia sono 33,2 milioni, di cui 8,4 milioni giocano con frequenza settimanale. Il giro di affari nel 2013 potrebbe superare gli 100 miliardi di euro all'anno, in forte crescita rispetto agli 85 miliardi di euro del 2012,  78 del 2011 e 16 del 2003. La partecipazione coinvolgente di giocatori con età inferiore ai 18 anni, ha subito nel 2013 un  incremento del 14,6%, rispetto al totale di 4,2 milioni di giocate, a questa è attribuibile il 37% di tutte le giocate. Nelle regioni italiane i più incalliti sono in Molise con il 57%, segue la Campania con il 51% e dalla Sicilia 50,7%. In ultimo posto troviamo quelli del Trentino Alto Adige con il 31,9%. Un problema in chiara diffusione che secondo l’Associazione Contribuenti potrebbe essere risolto applicando a tutti i giochi legalizzati(IUG) un’imposta unica pari al 50% della vincita.


                                                                                                         Di Maurizio Cirignotta


mercoledì 8 maggio 2013

Siria, “Il mondo si interroga sulle morti sospette” ; La strage continua



Una realtà, quella della guerra civile Siriana, che si trascina da anni mietendo vittime su vittime. I dati che vengono aggiornati da varie fonti tra cui l’Onu ed alcune ONG sono allarmanti si parla di 70.000 vittime nel conflitto, 4.000.000 di persone in completo disagio, 2.000.000 di persone sfollate, 1.300.000 rifugiati nei paesi confinanti(Giordania,Egitto,Libano,Iraq e Turchia). Un conflitto che ancora oggi vede opporsi le Forze Governative di Assad e la Coalizione Nazionale Siriana che rappresenta la continuazione della primavera araba. Il Conflitto è iniziato il 15 marzo del 2011 si è sviluppato in tutto il paese fino ad arrivare all’epilogo odierno di una chiara guerra civile. Oggi a 26 mesi dall’inizio della guerra la comunità internazionale si interroga su quello che stà succedendo e sulle possibilità di favorire degli equilibri utili tra un blocco comunista  che non vuole mollare la sua presenza sul territorio medio orientale dando il pieno appoggio ad Assad  e altri stati che cercano di acquisire posizioni a salvaguardia della comunità. In ambito Onu i giochi di potere sono chiari il veto di  Russia e Cina  posto più volte contro le risoluzioni Onu che avrebbero condannato Assad ,sono il chiaro esempio di un appoggio concreto al Governo Siriano. A farne le conseguenze il popolo e le migliaia di morti innocenti. Occorre intervenire e non accusare nessuno. Le recenti dichiarazioni di Carla del Ponte(membro della commissione Onu che indaga sui crimini di Guerra)  che parlano della possibilità di uso nelle morti sospette dei mesi scorsi di armi chimiche da parte degli stessi ribelli, si contrasta  con quello che invece le agenzie giornalistiche Britanniche hanno battuto il 25 Aprile 2013 quando si parlava di informazioni convincenti sull’uso di armi chimiche, tra cui il famigerato gas sarin da parte del regime di Assad.  Dove stà la verità ? Gli attacchi di Israele, non vogliono interferire nelle questioni Siriane, però vengono eseguiti solo per impedire la fornitura di armi iraniane ai miliziani libanesi sciiti di Hezbollah. Sarà tutto vero ? Le dinamiche diplomatiche possono fare la differenza e il tour del Segretario di Stato Americano Livni-Kerry può rappresentare l’inizio di un processo che partirà a fine mese con un conferenza internazionale per mettere fine al conflitto Siriano. Obbiettivo far sedere allo stesso tavolo il Governo Siriano e i Ribelli. In attesa dei risvolti internazionali sulla Siria la strage continua…
                                                                                                        Di Maurizio Cirignotta