sabato 19 novembre 2016

CAD Sicilia,nomina dei coordinatori per i dipartimenti tecnici

Riunione del CAD Siciliano nella città di Enna il 18 Novembre 2016 fà da cornice all'evento la sala Cerere di Palazzo Chiaramonte , un'occasione di confronto e di valorizzazione del sociale collegato allo sviluppo economico delle varie realtà territoriali Siciliane. La manifestazione ha visto la presenza del Presidente Nazionale del CAD sociale nazionale Dr Gerardo Rosa Salsano ed del Delegato alla Presidenza del CAD Sicilia Dr Mario La Spina.  Una occasione per parlare  di sociale e delle varie opportunità che il CAD ha sviluppato in altre realtà Italiane tra cui Roma Capitale. L'evento ha sancito inoltre la nomina di 35 coordinatori dei vari dipartimenti Tecnici che opereranno in tutti i settori socio economici della della Sicilia , l'occasione e' stata utile anche per la consegna degli attestati di benemerenza ai tanti Caddiani già operanti nel territorio. La serata si è conclusa con auna agape di beneficenza presso i locali di Villa Giulia. 

                                                                                                                          #MC

martedì 1 novembre 2016

Caltagirone, Nuovo servizio di Etnopsichiatria

Il dramma dell'immigrazione di massa che negli ultimi anni ha avuto una rilevanza sia in termine di numeri che di riorganizzazione dei servizi , porta le realtà locali a rivedere il trend vivendi di alcuni servizi specialistici come quello Psichiatrico. Questa è stata la visione di immagine che l'incontro organizzato dal Direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Caltagirone diretto Dr. Raffaele Barone ,svoltosi il 19 Ottobre 2016 , presso i locali di piazza marconi ed attuale sede del Distretto Asp 3 di Catania, ha voluto lanciare. Hanno partecipato all'incontro il Dr. Raffaele Barone (Direttore UOC Dipartimento Salute Mentale Caltagirone-Palagonia ASP Catania), il Dr. Aldo Virgilio (Responsabile Nucleo Operativo di Psichiatria, Dipartimento Salute Mentale ASP 3 Catania), il Dr. Giuseppe Lunardo (Dirigente Medico Salute Mentale Caltagirone-Palagonia ASP Catania), La Dott.ssa Oriana Moschella (Psicologa-Psicoterapeuta Gruppo Analitico) e per l'Aministrazione Comunale di Caltagirone la Dott.ssa Mancuso Concetta (Assessore ai Servizi Sociali e all’Istruzione). Presenti all'evento il gruppo di Musica Afro-Occidentale Kaira che ha allietato l'incontro con musiche caratteristiche del Senegal-Mali-Burkina-Fasu, i tre musicisti Angelo,Cristian e Mussà hanno rappresentato attraverso la percussione di tamburi il ritmo di una maschera che cambia il suo volto. Alla base la diafora lessica “Ubuntu” che nel suo significato originale rappresenta un'etica o un'ideologia dell'Africa sub-Sahariana che basa tutto sulla lealtà e sulle relazioni reciproche tra le persone. Una espressione caratteristica della lingua bantu che indica "benevolenza verso il prossimo" una vera regola di vita, basata sulla compassione e sul rispetto dell'altro. Tra gli interventi più significativi quello del Dr. Raffaele Barone che ha detto :" La sede del nuovo servizio SIL che stiamo creando a Caltagirone, locato presso piazza marconi, servirà anche a creare un servizio di Etnopsichiatria , un processo che permetterà di sviluppare il concetto di salute mentale transculturale basato sullo sviluppo dell'arte e sulla aggregazione dei gruppi". Altro intervento quello del Dr. Aldo Virgilio che ha puntato il suo intervento sulla diversità del processo migratorio che nel corso degli anni si è diversificato raggiungendo nel tempo le realtà dei nostri giorni : "Ci dobbiamo occupare" - dice virgilio - "di aspetti che non riguardano la singola persona ma intere generazioni, ben 60 milioni di migranti hanno determinato una grande trasformazione della nostra società, un aspetto che ci impone delle modifiche gestionali della malattia mentale, a Catania nel 1995 è nata la casa dei popoli sede ormai affermata e supporto relazionale importante per i migranti, anche a Caltagirone si può dare una risposta sociale attraverso la creazione dell'ambulatorio di Etnopsichiatria." Utile dal punto di vista programmatico l'intervento del Dr. Giuseppe Lunardo che punta sull' Arte per aprire uno strumento di vera socializzazione e comunicazione - occorre dice lunardo- " Scambiare le nostre culture per attivare il processo di integrazione, la sede di piazza marconi può favorire integrazione e sensibilizzazione , quì possiamo incontrarci al di là della nostra origine ". L' intervento della Dott.ssa Oriana Moschella invece si è soffermato sul concetto di Accoglienza ed Integrazione portando ad esempio il significato della parola "Ubuntu". Infine l'intervento della Dott.ssa Concetta Mancuso in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale di Caltagirone che ha voluto dare merito all'evento ed all'aspetto relazionale diretto, le amicizie - ha detto la Dr Mancuso - " Possono trasformare le persone e favorire il superamento dello stigma degli immigrati". Nell'occasione l'Assessore ha annunciato l'apertura a Caltagirone dello sportello per gli stranieri, iniziativa che si svilupperà con la collaborazione dell' ASP 3 di Catania nell'ambito del piano di zona e con i finanziamenti della 328/2000.


                                                                                                 #EL