giovedì 28 febbraio 2013

L’Ultimo regalo di Monti ai Dipendenti e agli Infermieri del pubblico impiego




Dopo la campagna elettorale che ha portato alla coalizione di centro capitanata dal presidente del Consiglio, 3.3 milioni di voti , i dipendenti pubblici vengono immediatamente traditi dal governo uscente. Si attende ,infatti, a giorni il decreto dell’economia che bloccherà le contrattazioni dei dipendenti pubblici fino al 2014 con la conseguente sospensione di stipendi e della vacanza contrattuale ,solo 15,00 euro al mese, per il 2013 e per il 2014. Sono circa 3.3 milioni i dipendenti che dopo il blocco già operato per gli anni 2011 e 2012 dovranno aspettare eventuali rinnovi contrattuali. Una delle furbizie del governo uscente è stata quella di non emanare il decreto entro il 31 dicembre 2012, onde evitare il sacrificio di voti. Il decreto in questione deve essere posto in essere entro marzo 2013 per evitare di pagare la vacanza contrattuale. Dietro le quinte anche il rinnovo dei contratti integrativi delle regioni e degli enti locali che si debbono adeguare alla riforma Brunetta (Dlgs 150/2009). Da validare anche in tutto questa azione contro i dipendenti pubblici la decisione della corte dei conti che con la delibera 27/2012 ha decretato, si, il blocco dei contratti ma non della carriera come previsto dall’art.lo 9 comma 21 del Dl 78/2010. Norme e decreti che continuano, sotto i riflettori della politica e dei sindacati politicizzati(Triade), a colpire ancora una volta il lavoro pubblico. Purtroppo questa è l’Italia chi paga le tasse alla fonte è sempre il più castigato.
                                                                                                        Di Maurizio Cirignotta

martedì 26 febbraio 2013

Elezioni 2013: “Vince Grillo ; Paese ingovernabile”



Gli italiani ancora una volta sono stati indecisi nell’ambito del voto alle elezioni nazionali del 24-25 Febbraio 2013. Il risultato che si ottiene una chiara e possibile ingovernabilità per l’Italia, che non avrà la possibilità di avere un Governo stabile per i prossimi cinque anni. Tutti i programmi presentati dalle varie coalizioni sono andati al macero, nessuno potrà attuarli a pieno, dietro le quinte il baluardo dei soliti inciuci. Unica possibilità di governo stabile un accordo di unità nazionale tra PD e PDL altre soluzioni sono solo ipotetiche e chi apre ai Grillini deve necessariamente sottostare alle loro richieste. Il vero vincitore di queste elezioni è il movimento Cinque stelle di Grillo, primo partito alla camera con il 25,6% e 108 deputati, formazione che ha raccolto il suffragio dilagante di una popolazione stanca di ruberie e di ingiustizie popolari. Un quadro difficile che nel dettaglio vede alla camera la vittoria della coalizione di Centro-Sinistra che con soli 124.000 voti raggiunge il premio di maggioranza e 340 deputati. La coalizione di Centro-Destra ottiene 124 deputati, il movimento di Grillo,invece, si attesta a 108 deputati,fanalino di coda la coalizione centrista di Monti che con il 10,5% raggiunge i 45 deputati. Al Senato ,invece, grande equilibrio, con i 116 Senatori del Centro-Destra ed i 113 del Centro-Sinistra, infine le poltrone di palazzo saranno completate dal Movimento Cinque Stelle con 54 senatori e dalla coalizione di Centro con 18 Senatori. Sono però ancora in bilico alcuni dati del suffragio esteri che possono completare il quadro Senatoriale. Trombati eccellenti Fini (Fli) e Di Pietro(Rivoluzione Civile) che non hanno raggiunto il quorum utile. Saranno ,invece,presenti Fratelli d’Italia ,Udc e Lega.

                                                                                              Di Maurizio Cirignotta

lunedì 18 febbraio 2013

Gela, lettera a Obama di Maurizio Cirignotta sul Muos



Caro presidente le scrivo questa lettera per confermare la mia grande amicizia verso il popolo americano e verso la sua persona. Sono stato dalla sua parte durante la recente rielezione alla casa bianca,manifestando con grande sensibilità attraverso articoli sul web la mia presa di posizione verso di lei. La sua figura sarà sicuramente importante verso lo stato sociale e verso le fasce più povere d’America. Una premessa che ho fatto per introdurre una problematica importante per il mio territorio. Nell’ultimo periodo,infatti, come lei ben sà, anche  attraverso  il segretario alla Difesa Usa Leon Panetta, il territorio di Niscemi e dei comuni vicini tra cui Gela si ribella contro l’istallazione del MUOS. Alla base di tutto la chiara preoccupazione che le onde elettromagnetiche UHF ,VHF, ELF ,VLF, LF  possano provocare un incremento dell’insorgenza di tumori in una zona già ad alto rischio ambientale. Uno studio del Prof. Dr. Massimo Zucchetti Professore Ordinario di Impianti Nucleari, cattedra di “Protezione dalle Radiazioni”, Politecnico di Torino (ITALY). Research affiliate, MIT Massachusetts Institute of Technology 77 Mass Ave,02139 Cambridge (MA) USA. e del Dott. Massimo Coraddu Consulente esterno - Dipartimento di Energetica, Politecnico di Torino (ITALY) è esplicativo in tal senso. Lo stesso fà un’analisi dei rischi per la salute umana. Gli effetti indicati sono due, quelli acuti, legati a esposizioni brevi, a campi di elevata intensita e  gli effetti dovuti a esposizioni prolungate a campi di intensità inferiore. Tra questi la possibile insorgenza di tumori del sistema emolinfatico, come evidenziato in numerosi studi epidemiologici sembra essere reale.  Ma tra i danni più frequenti per la salute umana può subire troviamo l’ipertermia dovuta alle onde elettromagnetiche  e la conseguente necrosi dei tessuti , tra cui l’ organo più esposto l’occhio (cataratta indotta da esposizione a radiofrequenze o a microonde). Parliamo naturalmente di ipotesi e non di uno studio epidemiologico. La paura però è tanta ed il popolo vuole una cautela che forse lo stato italiano non riesce ancora a dare. La mia proposta a favore della collettività è quella di costituire nella zona un istituto ad alta specializzazione per patologie elettromagnetiche e tumorali che possa dare prima di tutto prevenzione sulle eventuali cause sulla salute umana. Il centro potrebbe diventare un riferimento internazionale per i tumori e le patologie correlate con una chiara azione preventiva sulla popolazione residente. Ho imparato nel corso della mia esperienza a favore dei malati oncologici che prevenire è meglio che curare. Mi pongo in tal senso in legittima cautela verso la nostra popolazione che spero attraverso la mia persona cerca di sensibilizzarla sulla problematica e su un eventuale aiuto in tal senso verso la nostra salute. In attesa di una sua colgo occasione per porgerle i miei più cordiali saluti Italiani.

Gela 21/01/2013
                                                                                                            Maurizio Cirignotta



sabato 16 febbraio 2013

Caltanissetta:”Accreditato ufficialmente il nuovo registro tumori”



Una provincia che possiamo considerare martoriata dalla problematica tumorale con manifestazioni eclatanti nella zona del Gelese, a Caltanissetta e nel territorio detto del Vallone. Un input che nel 2008 ha portato a presentare alla Provincia Regionale di Caltanissetta, retta dall’ On. Pino Federico di Gela ,un progetto di scopo collegato alla realizzazione del Registro Tumori. Le varie manifestazioni di piazza e gli incatenamenti nella zona del Gelese da parte di Crocifisso Moscato e Maurizio Cirignotta sulla problematica Oncologica e sulle carenze del territorio collegate al problema oncologico ,fecero anche da volano verso la scelta di un finanziamento di progetto da parte della Presidenza Provinciale che doveva poi portare ad un lavoro di raccolta dati di durata triennale con scadenza Febbraio 2013. Obbiettivo principe l’accreditamento AIRTUM nazionale del registro tumori attraverso i dati raccolti. A svolgere tutto il lavoro di raccolta integrato, lo storico Registro Tumori di Ragusa retto dal Dott. Rosario Tumino con l’ASP di Ragusa come ente capofila e un A.T.S retto dal Consorzio PSG, l’Università degli studi di Catania ,il Parco scientifico e tecnologico della Sicilia,il Registro Tumori integrato CT-ME-SR-EN. Una premessa di scopo che ha portato oggi all’accreditamento dei dati del triennio 2007-2009 per la Provincia di Caltanissetta anche a livello Nazionale. Le attività sono state correlate dall’implementazione e dalla diffusione informativa dei dati e degli stili di vita positivi utili a prevenire il Cancro, da parte dello stesso consorzio PSG e dalle varie associazioni del Network, tra cui il Movimento Polo Oncologico Onlus di Gela. A fare da sfondo alla Manifestazione è stato il centro culturale  di Villa Barile, datato anno 1800 ed antica residenza del Barone Giovanni Barile. Moderatore della manifestazione il Dott. Paolo La Paglia ,Direttore scientifico del Centro Tumori e Stili di vita positivi,Sezione provinciale del Registro Tumori di Caltanissetta e Ragusa; Mons. Giuseppe La Placa, Vicario Generale della Diocesi di Caltanissetta, il Dott. Arcangelo Lacagnina, Presidente dell’Ordine dei medici della Provincia di Caltanissetta; il Dott. Mancuso Renato, Dirigente Settore X - Ufficio Servizi Sociali e Culturali della Provincia Regionale di Caltanissetta. L’Ing. Carmelo Culora, Presidente del Conzorzio P.S.G. Progettista e Project Manager del progetto; il Prof. Melchiorre Fidelbo, Responsabile organizzativo del Registro Tumori Integrato CT-ME-SR-EN ed infine il Dott. Rosario Tumino, Direttore del Registro Tumori di Caltanissetta e Ragusa. Tra le conclusioni di rilievo collegate ai dati in provincia di Caltanissetta nel triennio 2007-2009 sono stai identificati 3788 casi di tumore con un’incidenza annuale di 1263 casi, mentre i morti per tumore solo nel 2009 sonno stati 660, i ricoveri per tumore sono stati 3862 all’anno. Riguardo la provincia le tre zone maggiormente colpite sono quelle di Gela,Caltanissetta e dei comuni del Vallone. Notevole l’incidenza a Gela dei tumori al polmone specie negli uomini che come seconda tipologia hanno manifestato il tumore alla prostata e quelli ematologici ,nelle donne ,invece, al primo posto i tumori alla mammella seguiti dal tumori al colon retto. Siamo in provincia di Caltanissetta maggiormente rappresentati rispetto al Sud - Italia per i Tumori Polmonari. Per tipologia di Età sono maggiormente affetti da patologie tumorali i soggetti tra i 75-79 anni, su 100000 abitanti  si  ammalano 2500 persone.

                                                                                                                 MVC

martedì 12 febbraio 2013

Il MES: sarà alla base del fallimento di molti paesi europei; “Prima vittima la Grecia”!!



Dopo la notizia delle dimissioni di Papa Benedetto XVI ,cade sotto il silenzio dei media la Grecia che viene annientata dai debiti nei confronti della BCE (fonte articolotre.com). Iniziato l’assalto ai supermercati dei cittadini affamati ed esasperati. La struttura agricola si è rifiutata di portare al macero arance e limoni secondo quanto indicato dalla CEE , portando invece nelle piazze ed in maniera gratuita il prodotto per donarlo alla gente. La Germania in questa condizione di collasso economico stà acquistando industrie casearie fallite per i forti debiti, tra queste una delle migliori produttrici di Yogurt al mondo. Anche in questo caso circa 40.000 confezioni di yogurt sono state regalate al popolo. Furti e rapine in aumento ed arresti di massa sono iniziati da tempo. Una condizione insostenibile che ha portato l’economista tedesco  Prof. Hans Werner Sinn ed altri 50 economisti a chiedere al consiglio d’Europa l’uscita immediata della Grecia dall’Euro con una svalutazione della moneta locale del 30%. Un Degrado economico a cui si deve immediatamente porre rimedio onde evitare la tragedia umanitaria e chiedere l’Intervento dell’Onu. Un quadro drammatico che fonda le basi sul MES(Meccanismo Europeo di Stabilità) una struttura intergovernativa sul modello del FMI composto da un consiglio di governatori degli stati membri ma amministrato da una struttura di potere occulta che impone tutte le scelte di politica macroeconomica attraverso la gestione di un fondo di circa 700 miliardi di euro. Ogni membro deve rientrare dal debito sovrano in tempi utili e fornire un lauto compenso al fondo, l’Italia dovrà dare 125.395.900.000 di euro. Il Mes nasce dal trattato di Lisbona che assieme ad altri trattati quali quello di Velsen hanno permesso all’Europa di chiudersi dietro una pena di morte annunciata. Il trattato per l’Italia fù firmato da Romano prodi e Massimo D’alema il 13 dicembre del 2007. La nuova carta europea ha abolito la sovranità popolare sia in ambito decisionale ed eliminato le carte costituzionali nazionali. Il governo del sistema è stato dato ai banchieri che sono stati posti nel cardine decisionale dell’Economia e della tesoreria europea(Bilderberg). Un altro trattato quello di Velsen ha creato la gendarmeria europea , un vero esercito di Polizia(eurogendfor) con poteri illimitati , anche quello di uccidere in caso di insurrezione o guerra negli stati membri. La struttura politica degli stati membri secondo la ratifica di Lisbona avrà solo il dovere di seguire le direttive europee, i partiti dovranno uniformarsi in una valenza europea. Un sistema certamente di potere che stà provocando una vera guerra bianca senza bombe o morti con un solo obbiettivo creare sempre più poveri tra le popolazioni degli stati membri.    
                                                                                                            MCV