mercoledì 13 dicembre 2006

Un grande regalo di Natale da parte dell’Assessore alla Sanita’ della Regione Siciliana

Al Presidente della Regione Siciliana
On. Salvatore Cuffaro

All’Assessore alla Sanita
Prof. Roberto La Galla

E.p.c All’Ispettore Generale Assessorato Dott.Ciriminna

Al Sottosegretario alla Sanita’ Gian Paolo Patta

Alla Deputazione Nazionale e Regionale

Agli Organi di Stampa

I malati Oncologici di Gela colgono con grande soddisfazione la notizia arrivata telefonicamente ieri al nostro Presidente della Firma in data odierna ,giornata dedicata a Santa Lucia, del decreto di finanziamento del Dipartimento di Oncologia interaziendale Gela-Caltagirone.
Una firma Importante che viene a soddisfare i bisogni e le richieste fatte da anni dal movimento Polo Oncologico di Gela,che in una precedente lettera del 30 novembre 2006 aveva richiesto un regalo di natale per i malati oncologici e successivamente visto il silenzio in data 11 Dicembre 2006 aveva comunicato l’organizzazione di una manifestazione di sensibilizzazione che avrebbe dovuto svolgersi a Palermo in data 14 Dicembre presso l’Assessorato alla sanita’.
Tale atto finalmente da’ il via alla reale strutturazione in soldoni del Dipartimento di Oncologia a Gela che comprendera’ l’ immediata autorizzazione ed attivazione dell’U.O. complessa di Oncologia Medica per poi proseguire secondo i tempi indicati nell’accordo interaziendale Gela-Caltagirone stilato il15 maggio 2006 al completamento del Dipartimento di oncologia di 2° livello.
Cogliamo l’occasione per Ringraziare tutti i cittadini e I politici che ci sono stati vicini di destra e di sinistra nel raggiungimento di questo risultato per il bene della Sanita’Gelese e dei malati di tumore.
Rivolgiamo infine un grazie infinito all’Assessore alla Sanita’ Prof. Roberto La Galla che dal Luglio 2006 ci ha visti combattere con lettere e telefonate continue ascoltando in silenzio e rispondendo con I Fatti ed I Regali di Natale naturalmente.

venerdì 1 dicembre 2006

Manfria-Gela: Degrado da terzo Mondo e le Stelle della nostra politica stanno a Guardare.


Al Presidente della Regione Siciliana
On. Toto’ Cuffaro

Al Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana
On. Gianfranco Micciche’

Al Vice Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana
On. Lillo Speziale

Al Sig. Sindaco del Comune di Gela
Rosario Crocetta

Al Presidente SOGESID
Prof.Avv. Giampaolo Maria Cogo

Al Presidente dell’Ato Idrico Cl6
Dott. Di Maria Gioacchino

Al Presidente dell’Ato ambiente Cl2
Ing. Franco Liardo

A Tutti gli organi di Stampa

Manfria-Gela: Degrado Urbano da terzo Mondo e le Stelle della nostra politica stanno a Guardare.
Parole e promesse dei nostri politicanti locali di destra e di sinistra hanno caratterizzato il nostro lavoro da anni ed alla data odierna ,eccezion fatta per la costituzione della Frazione, fatto successo nell’ormai lontano 24 Gennaio 2006 , siamo costretti ad ammettere di non avere dato, non per colpa nostra, agli abitanti di” Manfria” una risposta adeguata alle esigenze dei cittadini ed ai bisogni primari delle famiglie.

Problematiche quali acqua e fogne che in altre realta’ sono dei diritti, da noi vengono rappresentati come atto di favore dai vari politici che colgono l’occasione per fare la solita passerella strumentalizzante di preferenze sotto le elezioni per poi dare ai cittadini realta’ ben diverse ed in tempi da definire, obbligando i pochi fortunati ad allacciarsi alla rete principale ed a costruire le condotte secondarie a proprie spese perche’ il comune non ha soldi per i cittadini di Manfria. Ricordiamo le promesse del presidente dell’ATO idrico Cl 6 Dott. Di Maria in relazione ai 2500000 € destinati alla costruzione di un depuratore ed al completamento delle rete idrica e fognaria di tutta Manfria che ad oggi aspetta ancora l’appalto della ditta aggiudicataria che sembra avere tempi non definiti e noi stiamo ad aspettare..

Non dimentichiamo le parole dette sull’iter amministrativo relativo alla costituzione della Frazione di Manfria votata in consiglio comunale il 24 Gennaio 2006 ma mai attenzionata e a 10 mesi da tale data ancora il nulla con lettere fatte all’assessorato agli Enti Locali per conoscenza che hanno rappresentato solo carta straccia e ci chiediamo oggi perche’ non commissariare l’iter vista l’inefficenza degli amministratori locali .
Un miraggio di delegazione quindi e’ oggi una realta’ altro che vigili urbani e un ufficio anagrafe. Puntiamo l’attenzione anche sui locali della delegazione oggetto di gara aggiudicatrice da parte del locale Assessorato al Patrimonio che ha visto passare ben 24 mesi e ad oggi ancora non denota risoluzione.

Continuiamo con appalti fantasma pubblicizzati nelle TV locali di circa 660000 € per manutenzione e rifacimento ex novo di strade che ad oggi rappresentano vere fogne urbane vedi via dei ciclamini oggetto di tante lamentele da parte del buon sig Arena che ha gia’ distrutto ben due macchine per potersi recare nella sua abitazione.

Continuiamo a non dimenticare giochi e i servizi sociali promessi ai bambini ed agli anziani della frazione che mai hanno trovato una concretezza e presenti solo nelle parole ma non nei fatti e solo appannaggio di altri quartieri amici di Gela.

Si continua a parlare di Legalita’ e Sicurezza a Manfria accettando furti e scassi che sono all’ordine del giorno e che colpiscono tutte le famiglie con fatti inauditi quali quelli di riuscire in pieno giorno a diveltere un palo della luce per potersi accaparrare il rame del trasformatore (utile alla rivendita) lasciando tutti senza energia elettrica per parecchie ore!!

Parlando di turismo dobbiamo necessariamente sorridere viste le condizioni da terzo mondo in cui il territorio di Manfria versa ed il modo con cui vogliamo accogliere eventuali malcapitati nella zona ed a questo proposito noi ci vergogniamo di essere Gelesi i politici NO !!.

La zona Torre di Manfria ricadente nella Frazione e’ stata scelta come sito di studi di interesse comunitario dal Dipartimento di Botanica dell’universita’ di Catania per la bellezza paesaggistica e soprattutto per la presenza di alcune specie animali e vegetali di particolare interesse scientifico e a rischio di estinzione e noi vorremmo che tale scelta fosse sviluppata e possa portare alla costituzione di un osservatorio botanico internazionale nel luogo favorente lo sviluppo e l’interesse per la frazione ma nessuno ne parla favorendo il degrado ed il disinteresse per la zona.

Potremmo continuare all’infinito parlando anche di ICI e TARSU e di tutte le notifiche inviate in questi giorni agli abitanti di Manfria per tributi dovuti nel 1997 che presuppongono sicuramente una dovuta domanda: cosa e’cambiato a Manfria da tale data? Dove sono finiti tutti i soldi pagati dai cittadini? Dove sono le strutture? Dove sono i Servizi? Quale via di accesso di qualsiasivoglia frazione e’ piu identificativa(Rifiuti Urbani) di degrado Urbano?

Il tutto presuppone una risposta che ci possono dare solo gli amministratori di questa Citta’ che hanno governato da vent’anni ponendo la problematica Manfria solo come cartaceo per il proprio progetto Politico accaparratore di preferenze e non di Fatti. Le nostre denuncie alla procura sono servite a dare fumo negli occhi provocando solo l’attenzione da parte dei network locali e nessuna risposta su uno stato di diritto sancito dalla costituzione e lamentato a gran voce dal nostro comitato e sempre disatteso da tutti.

Viste le problematiche di notevole rilevanza ed importanza per i Cittadini ci permettiamo di disturbare le SS.LL nel rispetto della Costituzione,della legislazione vigente e dei diritti negati ogni giorno alle famiglie , facendo conoscere la nostra realta’ alla politica perche’ risulta ben diversa da come la si pone nelle Televisioni e nei Network nazionali e che necessita di altre attenzioni visto che le nostre stelle politiche stanno a guardare.